mercoledì 23 agosto 2017



Giancarlo Cioffi racconta la sua esperienza di guerra con il Capitano Silvano Abba.
Cioffi ha partecipato alla leggendaria carica di Isbuscenskij.
Tornato dalla Russia a causa degli eventi dell'8 settembre rimane senza ordini e provvisoriamente con i suoi commilitoni viene congedato. Successivamente si arruola nei reparti della RSI. Inizialmente si occupa di organizzare il vettovagliamento in una caserma della GNR poi viene inviato a frequentare la scuola allievi ufficiali di Oderzo presso il collegio Brandolini. Là rifiuta inizialmente di arrendersi al CNL, poi dopo diversi incontri con militari italiani e partigiani la scuola viene chiusa. Molti allievi della scuola saranno vittime delle vendette dei gruppi partigiani. Cioffi fortunatamente riuscirà a lasciare la scuola illeso, ma non tornerà a casa a Milano dove intanto il padre è stato epurato in azienda e per lui sarebbe pericoloso farsi vedere a causa delle vendette partigiane. Andrà in Veneto dove lavorerà come rappresentante. Quando la situazione si tranquillizza torna a casa stabilmente nel '59.
Durata 98'
Scene inedite 38'
Lingua Italiano - no sottotitoli Pal 16:9 Colore/Stereo

(Clicca per vedere i trailers)


Giancarlo Cioffi


Giancarlo Cioffi






Cioffi e il suo cavallo violetto


Giancarlo Cioffi oggi