sabato 30 luglio 2016

La spedizione in Dancalia di Raimondo Franchetti

"Il 7 agosto del 1935 un aereo italiano S 81, partito da Roma e diretto ad Asmara, precipitò in fiamme a 20 km dal Cairo.
Nell'incidente, oltre agli uomini dell' equipaggio, morirono Luigi Razza, ministro dei lavori pubblici, e l'esploratore Raimondo Franchetti.
Le cause del disastro non furono mai chiarite, ma sulla stampa nazionale ed estera si parlò di sabotaggio..."



Non sapevo chi fosse il Barone Franchetti fino a quando non me ne parlò Luca Gaetani, che era il nipote.
La madre di Luca era Lorian una delle figlie dell'esploratore.



Luca andava orgoglioso del nonno e conservava il famoso libro dato alle stampe dal Barone al ritorno dalla famosa spedizione "Nella Dancalia Etiopica" e anche una vecchia copia del servizio che Ettore della Giovanna fece per la RAI con l'aiuto di Mario Craveri, che aveva seguito la spedizione Franchetti come cineoperatore documentandone molti momenti.
Quando conobbi Luca viveva a Trinoro, a casa del cugino Andrea Franchetti noto produttore di vino. 


Trinoro all'epoca era un luogo magico e selvaggio allo stesso tempo. Si vedeva in lontananza la torre di Radicofani. 


Luca possedeva una cassa di legno con scritto sopra Raimondo Franchetti, era una delle tante utilizzate per trasportare munizioni, viveri o altro durante la spedizione.
Era interessante parlare di Franchetti con Luca, si entrava con la mente in una macchina del tempo e come in un fumetto di Hugo Pratt si finiva per rivivere quelle avventure.
Fu Luca che mi spinse a fare un documentario sul nonno.
(Continua)...


LUIGI RAZZA Il Ministro che morì con Franchetti



Nesbitt esploratore e rivale di Franchetti, andò in Dancalia prima del Barone ma seguì un percorso diverso. Morì come il Barone in un incidente aereo, poco tempo prima del rivale.


Mario Craveri cineoperatore e regista che seguì il barone nella sua avventura


Alberto Pollera (destra foto seduto)


Afdera Franchetti figlia del Barone


Il Marchese Patrizi



La Marchesa Giulia Patrizi, il maritò seguì la spedizione Franchetti nella prima fase.


Maddalena e Paolo Patrizi








Nessun commento:

Posta un commento